Cosa cerchi?

Pedagogia

L’etimologia della parola pedagogia (guidare, condurre, accompagnare il bambino) esplica al meglio i sui obiettivi sostanziali.
L’approccio pedagogico non si sofferma sulle cause di una difficoltà, ma ha necessità di individuare le condizioni che consentono al singolo bambino/ragazzo di agire e, dunque, essere parte attiva nel processo di trasformazione e modificazione del suo percorso di crescita. La pedagogia non corregge né cura, non insegna né ammaestra, ma, a partire da un disagio facilita l’autoapprendimento delle modalità per far fronte alla situazione problematica e stabilire un nuovo equilibrio.
E’ una pratica che punta alla promozione della consapevolezza delle possibilità e all’incoraggiamento della motivazione che sollecita la persona alla conoscenza del mondo che la circonda, che ne forma e orienta il carattere, l’affettività e l’agire.
E’ un sapere che progetta strategie e pratiche educative e che si muove verso la costruzione di comunità inclusive.
Tra gli obiettivi di una pedagogia inclusiva:
fare uso delle risorse disponibili per supportare l’apprendimento;
vedere le differenze come opportunità per l’apprendimento;
analizzare e cercare di abbattere le barriere alla partecipazione.
Il centro POP si avvale di pedagogisti specializzati per supportare i bambini, le famiglie e gli insegnanti in ogni processo di evoluzione ambientale o ostacolata da problematiche o impedimenti che possono intervenire nelle varie fasi evolutive.
Il pedagogista all’interno del centro POP offre consulenza a vari livelli: ai bambini/ragazzi offre percorsi personalizzati sul metodo di studio e valutazione degli apprendimenti scolastici con test standardizzati; supporta le famiglie nell’organizzazione del setting quotidiano di svolgimento dei compiti e suggerisce varie modalità di gestione di difficoltà scolastiche; con le insegnanti dei bambini presi in carico dal centro, organizza incontri per l’elaborazione del PDP o anche solo di aggiornamento in rete sul percorso del bambino preso in carico dal centro.

Fallo sapere in giro


gabriella guarnieri

Gabriella Guarnieri

Pedagogista clinico

vedi profilo